14 Alimenti Da Evitare Per Il Benessere Dell’Organismo

Godere di buona salute è l'obiettivo che a tutte le persone piacerebbe raggiungere. Nessuno vuole essere la causa delle proprie malattie. Uno dei migliori modi per avere una salute ottimale è attraverso l'introduzione di nutrienti essenziali per il nostro benessere. Contemporaneamente a questo è necessaria però anche l'esclusione di alcuni alimenti che contengono additivi chimici, che non hanno valori nutritivi o che sono energicamente alterati.

Scopriamo quali sono 14 alimenti e sostanze da evitare in una dieta salubre.

1, Non comprate un alimento che abbia un ingrediente difficile da pronunciare.

Non è difficile riuscire a farlo. Una volta presa la buona abitudine di leggere sempre la composizione dei cibi, dovrete evitare tutto quello che contiene una parola che richiede tempo per essere pronunciata o che proprio non riuscite a dire. Non compratela. Molto probabilmente si tratta di una sostanza chimica dannosa.

2, Evitate il glutammato monosodico.

Quando si tratta dell'additivo alimentare sarebbe bene sempre evitarlo. Il glutammato monosodico è un amminoacido presente naturalmente in moltissimi alimenti che mangiamo spesso (pomodori, parmigiano, funghi, latte, ecc...).

Quando però tale sostanza viene aggiunta chimicamente ai cibi potrebbe rendersi responsabile di una serie di conseguenze non sane per l'organismo (aumento di sensazione dell'appetito, aumento di peso e tutte le conseguenze attinenti).

alimenti da evitare per dimagrire

3, State lontani dall'aspartame.

È una neurotossina composta da 3 ingredienti: acido aspartico, fenilalanina e metanolo. L'aspartame è presente in molti alimenti ipocalorici, ma è dimostrato che può causare effetti spiacevoli come emicrania, tremolio, e sindrome premestruale, ma può anche far venire fame, far aumentare peso, ecc...

Chi consuma prodotti light o diet o la cui etichetta dice “senza zucchero” dovrebbe controllare bene gli ingredienti e se ne fa uso, dovrebbe provare a eliminarli per 60/90 giorni e di sicuro vedrà i miglioramenti.

4, Evitate lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio.

È un tipo di dolcificante il cui nome potrebbe trarre in inganno, ma che in realtà è completamente chimico.

Uno dei suoi peggiori effetti è quello di dare assuefazione e far sentire le persone più affamate del normale, con il conseguente aumento di peso e tutti i danni che questo può dare.

5, Evitate i grassi idrogenati o parzialmente idrogenati.

Nell'industria alimentare, quando si producono certi alimenti è necessario usare oli. L'olio di oliva, di girasole o di altri semi oltre a essere costosi, hanno una consistenza troppo liquida ed è un problema poterli gestire.

Per avere la giusta consistenza gli oli vegetali vengono trasformati attraverso una reazione chimica che li renda grassi solidi: l'idrogenazione.

Quando gli oli vengono idrogenati subiscono una modificazione delle loro qualità. Sono più stabili e quindi più gestibili, ma si trasformano in grassi saturi (grassi transgenici) quindi dannosi per la salute.

I grassi transgenici sono causa di malattie al cuore, provocano aumento di peso, e anche altri problemi (esistono studi che li accusano di essere cancerogeni).

alimenti da evitare in una dieta

6, Evitate lo zucchero.

Lo zucchero viene estratto da fonti vegetali, ma di fatto è ormai una sostanza chimica. Lo zucchero raffinato non ha vitamine, né minerali utili, non ha enzimi, né microelementi, né fibre, né proteine e nemmeno grassi. Nessun beneficio nell'alimentazione dell'uomo.

Anche nelle coltivazioni della canna spesso vengono utilizzati pesticidi e altro, con la “scusa” che poi viene raffinato. Questo vale anche per lo zucchero di canna, almeno che non sia specificato il termine “naturale al 100%”, che ne garantisce l'integrità.

7, Non vi fate ingannare dai termini “naturale” e “insaporito naturalmente”.

A volte in queste semplici parole ci sono invece nascosti dei componenti chimici dannosi per la salute. Avete presente l'asterisco microscopico su alcuni prodotti? Per andare sul sicuro, controllate sempre l'etichetta e non fermatevi alla facciata del prodotto che dovete acquistare.

Purtroppo molti prodotti dichiarati naturali hanno all'origine l'uso di pesticidi o sostanze chimiche dannose. Meglio scegliere sempre alimenti provenienti da coltivazioni di origine biologica.

8, Diffidate delle spezie.

Tutti sappiamo che le spezie fanno bene e quando si leggono su un'etichetta ci fanno sembrare un prodotto sano e genuino. La realtà è ben diversa perché le aziende usano centinaia di sostanze chimiche nei prodotti alimentari che etichettano poi come “spezia”.

In realtà come spezia poi si intendono solo il pepe, l'origano, il sale o simili mentre tutto il resto sono componenti chimici.

 cibi da evitare vegetariani

9, Evitate i coloranti artificiali.

Il colorante chimico oltre a non avere nessun senso e non avere proprietà, è molto dannoso per il nostro organismo. Irritabilità, indebolimento del sistema immunitario, allergie, asma, mal di testa, sono solo alcune dei fastidi che i coloranti artificiali possono creare.

Attenzione alle etichette perché li troverete anche in molti alimenti insospettabili (come yogurt, cereali, gelati, ecc...).

10, Evitate l'olio di palma.

L'olio di palma si ottiene dal frutto della palma, la cui coltivazione si estende in tutte le regioni tropicali del mondo. È uno degli oli favoriti dalle aziende europee perché costa pochissimo e viene quindi usato non solo negli alimenti, ma anche nella produzione di cosmetici e nei biocombustibili.

Oltre che per una ragione morale (intere foreste vengono disboscate per la produzione dell'olio di palma), quest'olio dovrebbe essere evitato perché fa parte dei grassi saturi, i grassi cattivi che apportano più danni che benefici.

11, Evitate destrosio, saccarosio, e fruttosio

Questi tre termini sono un modo diverso di chiamare ciò di cui abbiamo già parlato: lo zucchero.

Gli zuccheri naturali che comunque devono essere assunti con moderazione sono il miele, la melassa e lo sciroppo d'acero, mentre gli altri sono chimici e hanno le caratteristiche di cui abbiamo già parlato (nessun beneficio per l'organismo).

cibi da evitare vegani

12, Evitate anche il sucralosio e lo Splenda

Il Sucralosio è un dolcificante il cui nome in commercio negli Stati Uniti è “Splenda”. È sotto inchiesta e sotto accusa da diverso tempo, perché è ritenuta una sostanza chimica dannosa per la salute, che ha ucciso migliaia di cavie durante la sperimentazione.

Depressione, allergie e aumento dell'appetito sembrano essere alcuni effetti collaterali nell'assumerlo quotidianamente. Meglio quindi evitarlo!

13, Evitate la farina bianca arricchita

La farina che viene raffinata non ha nessun nutrimento, nessuna fibra e non è utile al nostro organismo (anzi). Assumere una versione “arricchita” è ancora peggio perché vengono aggiunte alla farina le proprietà che a essa sono state tolte con il procedimento di raffinazione, ma ciò è tutto meno che naturale.

Meglio usare le farine provenienti da agricoltura biologica o quelle di segale, miglio, ecc...

14, Evitate le proteine isolate della soia

Le proteine isolate della soia sono usate dalle aziende che le inseriscono negli alimenti per alzare i livelli proteici di questi, ma anche come emulsionante, per rendere i cibi più consistenti e trattenerne i liquidi.

La raffinazione delle proteine è fatta tramite un procedimento chimico che spesso include l'esano, un solvente simile alla benzina. Meglio quindi evitare le proteine isolate di soia, visto che non è possibile sapere come è avvenuto questo procedimento!

E quindi...

Ecco fatto! I primi 14 alimenti da evitare per avere una salute più ottimale possibile adesso li conoscete. Leggete bene le etichette e imparate a riconoscere cosa può farvi male e questo vi porterà già sulla strada giusta verso uno stato di salute migliore.

Click Here to Leave a Comment Below 0 comments

Leave a Reply:

Select Language

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close