Estrattore di succo a freddo: benefici, ricette e molto altro

Estrattore di succo a freddo: benefici, ricette e molto altro

Estrattore di succo a freddo. Chiamandolo così ci immaginiamo chissà quale marchingegno complicato e ultra tecnologico. In parole semplici ad oggi questo elettrodomestico non è altro che la migliore maniera per farsi i succhi casalinghi, che siano di frutta, di verdura e di tutto quello che può essere “estratto”.

Chi non beve volentieri un succo durante il giorno? È un tipo di bibita che piace a grandi e piccini e ormai se ne trovano di talmente tante varietà che è praticamente impossibile farseli venire a noia. Purtroppo però il classico succo di frutta che si trova sugli scaffali dei supermercati non è sempre genuino e questo più o meno lo sappiamo tutti.

La cosa migliore sarebbe farsi da soli le proprie bibite, ma ad oggi la modernità ci ha portato talmente tanti elettrodomestici che chi decide di intraprendere questa sana abitudine si domanda: meglio usare un estrattore di succo a freddo o la centrifuga? Lo spremiagrumi o il frullatore? Nell'articolo di oggi cercheremo di farvi conoscere meglio uno di questi, l'estrattore di succo a freddo, rispondendo indirettamente anche alle domande che riguardano gli altri tre mezzi utilizzati per fare i succhi a casa.

Estrattore di succo: differenza con centrifuga e altro

Lo spremiagrumi è il classico e pratico attrezzo facilmente trovabile in quasi tutte le cucine. Che sia in plastica o in acciaio, manuale o elettrico, il suo costo è sempre piuttosto contenuto e rimane uno dei metodi più veloci per ottenere il succo di limone, di arancia o di altri frutti simili. Il suo utilizzo però è molto limitato e quindi non c'è molto da dire al riguardo.

Il frullatore è un elettrodomestico ormai presente in moltissime case e viene utilizzato non solo per fare succhi e bibite, ma anche per moltissime altre ricette. È necessario sbucciare gli ingredienti che verranno tritati e ridotti in poltiglia più o meno a seconda della potenza che ha. Il suo funzionamento è piuttosto rapido e potente e questo comporta la rovina di buona parte dei nutrienti e delle proprietà del succo.

Sicuramente non sono lo spremiagrumi o il frullatore il motivo per cui state leggendo questo articolo! Più facilmente quello che cercate sono dell'estrattore di succo le differenze con la centrifuga. Ecco un elenco di ciò che hanno in comune e ciò che differenzia questi due elettrodomestici.

Le similitudini tra estrattore di succo a freddo a centrifuga

  • Ingombro: Strutturalmente centrifuga ed estrattore di succo sono molto simili. Hanno un corpo centrale, un vano per gli scarti, il foro per l'inserimento degli ingredienti, ecc... Anche le dimensioni e il peso sono pressoché identici. Entrambi sono quindi piuttosto ingombranti.

    Enter your text here...

  • Varietà di ricette: Con tutti e due gli elettrodomestici si possono fare tantissime ricette, avere svariati gusti, dolci e salati e di tutti i colori.

  • Rumorosità: Questo è un difetto grosso che hanno sia la centrifuga che l'estrattore: fanno molto rumore mentre sono in funzione. Ed è fastidioso. È anche vero però che qualche minuto di tortura per le orecchie è sopportabile visto il buon succo che con entrambi si può ottenere!

  • Pulizia finale: I due elettrodomestici sono semplici da smontare e rimontare, ma piuttosto antipatici da pulire. A dire il vero l'estrattore di succo è più facile da sciacquare, ma comunque per entrambi è richiesta una pulizia immediata perché se i residui si seccano dopo è molto più arduo toglierli.

Estrattore di succo a freddo

Le differenze tra estrattore di succo e centrifuga

  • Prezzo: La prima differenza fra estrattore di succo e centrifuga è il prezzo. Mentre la centrifuga si trova a prezzi quasi sempre inferiori a 100€, l'estrattore solitamente costa anche molto più di 200€. Ci sono però alcuni modelli che hanno un prezzo veramente vantaggioso, come l'estrattore di cui parleremo tra un po', l' RGV 110600 Juice Art (attualmente a meno di 100€ su Amazon!).

  • Dimensione e varietà degli ingredienti: Nella centrifuga gli ingredienti possono essere messi grossolanamente, mentre l'estrattore richiede pezzi piccoli. Quest'ultimo inoltre permette di fare succhi anche con semi e frutta secca (ci si fa il latte di mandorla) e frutti particolarmente ostici (tipo il melograno, ricco di proprietà).

  • Velocità: La velocità della centrifuga è superiore a quella dell'estrattore di succo ed è grazie a ciò che quest'ultimo non scalda gli ingredienti (da qui il termine “a freddo”).

  • Scarti: Anche qui la differenza è notevole tra i due elettrodomestici. Mentre la centrifuga “schizza” gli scarti e sporca molto, l'estrattore “accompagna” l'eccesso nell'apposito scomparto sporcando molto meno. Inoltre cambia anche la quantità degli scarti che nella centrifuga sono maggiori.

  • Quantità: Avere più scarti si trasforma in minore quantità di succo. Con l'estrattore infatti si ottiene, con gli stessi ingredienti, più succo che con la centrifuga (circa il 30% in più). Inoltre con quest'ultima ripassare gli scarti per recuperare ulteriore liquido non serve praticamente a niente mentre con l'estrattore si riesce ad ottenere più succo.

  • Consistenza: Senza aggiungere particolari liquidi il risultato della consistenza dei succhi ottenuti dai due elettrodomestici è diverso. La centrifuga da un risultato molto più liquido, mentre l'estrattore crea succhi più simili ai frullati, più densi.

  • Apporto nutrizionale: Questa è la grande differenza che ha reso l'estrattore così famoso ed è riuscito a sostituire in molte case il lavoro che veniva fatto dagli altri elettrodomestici. L'apporto nutrizionale degli ingredienti viene praticamente mantenuto integro. La centrifuga, lavorando in maniera più veloce, accelera l'ossidazione degli alimenti. Questo lo si riesce anche a constatare facendo un piccolo esperimento. Il succo di mela ricavato con la centrifuga si ossida (ingiallisce) dopo poco la sua “liquefazione”, mentre con l'estrattore l'ossidazione avviene molto più lentamente. Anche le fibre, che con la centrifuga sono quasi completamente scartate, nell'estrattore vengono invece mantenute.

Estrattore di succo: benefici, pregi e difetti

Una volta viste le somiglianze e differenze principali tra i due elettrodomestici per fare succhi, possiamo occuparci più da vicino dei benefici dell'estrattore e della messa in evidenza dei suoi pregi e difetti.

L'importanza della frutta e della verdura

Chi non consuma frutta e verdura perde le importanti funzionalità che questi due apportano all'organismo, come rinforzare, rivitalizzare, depurare e disintossicare. La nostra vita, l'equilibro e la salute dipendono da un fattore molto importante che è conosciuto come PH, che non è altro che il bilanciamento tra l'acido e l'alcalino.

L'acidità si ha quando vengono combinati gli alimenti in maniera sbagliata, quando mangiamo molti cibi grassi e confezionati, per le cattive abitudini (abuso di alcol e fumo), per l'inquinamento, ecc.... L'acidosi è di fatto un'intossicazione sanguigna che provoca un deterioramento, un invecchiamento e anche la morte delle cellule. Per neutralizzare i livelli di acidi nel sangue è necessario ingerire fonti alcaline, che lo depurino obbligandolo a “spurgarsi” dalle tossine e dai radicali liberi. Gli alcalini sono chiamati antiossidanti è la migliore fonte naturale è data dalla frutta e dalla verdura.

Aggiungere uno o due bicchieri di succo di frutta e verdura giornalieri all'alimentazione è la forma più semplice per aumentare il consumo di nutrienti importantissimi, tra i quali appunto gli antiossidanti (ma poi anche vitamine, minerali, fibre, ecc...). Il succo deve essere preso a digiuno almeno 20 o 30 minuti prima di mangiare. È importante cambiare ricette, per esempio: prendere un succo di frutta al risveglio e un altro di verdura nel pomeriggio e viceversa il giorno dopo per arrivare fino a mescolare anche frutta con verdura.

Benefici dell'estrattore di succo a freddo

Non a tutti piace la frutta e la verdura e anche mangiarne grandi quantità non è sempre pratico e possibile. Per questo l'estrattore di succo diventa l'utilissimo mezzo che ci aiuta tra le altre cose a:

  • Disintossicare e depurare il corpo

  • Abbassare la pressione arteriosa

  • Migliorare il sistema immunitario

  • Dimagrire e/o mantenere il peso forma

  • Ottimizzare il nostro intestino

RGV 110600 Juice Art Estrattore di Succo

Il migliore estrattore di succo a freddo

Quando finalmente ci si decide a comprare un estrattore di succo arriva ovviamente un altro dubbio: qual è il migliore? Anni fa i prezzi di questi elettrodomestici erano talmente alti che in pochi si potevano permettere il loro acquisto. Oggi ci sono vari modelli molto buoni a cifre più accessibili, anche se comunque solitamente ci vogliono almeno 200€.

Amazon è uno dei siti più utili per trovare elettrodomestici dall'ottimo rapporto qualità prezzo. Ed è infatti su questo e-commerce che si trova quello che secondo noi è, se non il migliore estrattore di succo a freddo, sicuramente quello con il perfetto rapporto qualitativo in base al prezzo che ha. Stiamo parlando del RGV 110600 Juice Art, un estrattore che ha attualmente un costo di meno di 100€ e che ha già quasi 400 recensioni di persone che lo hanno acquistato con un media complessiva di 4,4 su 5. Questo non vuol dire che è perfetto, ma che è un buon investimento soprattutto per chi non può permettersi di spendere cifre più importanti. I materiali non sono ovviamente paragonabili a quelli dei modelli a prezzo superiore, ma le persone che l'hanno acquistato garantiscono quasi tutti la sua buona qualità.

Queste sono le sue caratteristiche:

  • Brand e Modello: RGV 110600 Juice Art

  • Colore e Dimensione: Nero e acciaio, 36 x 22 x 41,7

  • Wattaggio e Voltaggio: 400 watt e 230 volt

Nella confezione si trova: l'estrattore di succo Juice Art, il tappino ferma succo, i due beccucci, il filtro, il supporto cestello, il separatore succo dagli scarti e la coclea. Ce ne sono molti altri di sicura buona qualità, ma questo RGV 110600 Juice Art è sicuramente quello che ha il miglior prezzo.

Estrattore di succo: ricette e consigli

Una volta scoperte tutte le caratteristiche, i pregi e come funziona l'estrattore di succo e quale sia il migliore, non ci rimane che proporvi delle deliziose e facili ricette per avvantaggiarvi con i primi esperimenti. Dopo le prime volte imparerete sicuramente da soli a fare sani e gustosi succhi. Per le prime volte però è più semplice seguire le dosi di una ricetta già provata ed è per questo che ve ne proponiamo non 1, ma ben 5!

  1. Arancia, spinaci e mela – Vi sentite stanchi? Ecco un delizioso succo fatto con 1 arancia, 1 tazza di spinaci e 1 mela. La vitamina C delle arance vi daranno energia e aiuterà il vostro corpo ad assorbire meglio il ferro degli spinaci. La mela apporta dolcezza e fibre. Lavate e tagliate tutto a pezzetti e mettete tutto nell'estrattore di succo. Voilà, la bibita energizzante è pronta!

  2. Carota, arancia e zenzero – Se non avete provato il succo di carota fresco, quando avrete l'estrattore di succo non potrete non approfittarne. Non è solo delizioso, ma anche ricco di vitamina A, K e C che mantengono la pelle idratata e sono eccellenti per la vista. Mettete 3 carote nell'estrattore, 1 arancia e mezzo pollice di zenzero fresco.

  3. Pomodoro, cetriolo, aglio e sedano – Se siete fanatici dei succhi di pomodoro vi piaceranno sicuramente quelli fatti in casa. Per questa ricetta vi servono 4 pomodori, 1/2 cetriolo, 1 carota, 1 spicchio d'aglio, 2 pezzetti di sedano, 1/4 di cipolla rossa, 1/2 peperone rosso e un pizzico di sale. Otterrete un succo ricco in antiossidanti, beta carotene e vitamine.

  4. Mirtilli, mango e banana – I mirtilli sono un'eccellente fonte di antiossidanti e dovreste mangiarli spesso. Mescolate mezza tazza di mirtilli con un mango e una banana matura tagliati a piccoli pezzi. Inserite tutto nell'estrattore e otterrete un succo ricco di vitamina C e A, fibra e potassio.

  5. Avocado, cetriolo e melograno – Cremoso e versatile, ricco in fibre e vitamine, l'avocado è un toccasana. Vi darà molta energia per affrontare la giornata visto che è pieno di minerali e vitamine (C, K e B6). Mettete 1/2 avocado, 1 cetriolo e 1 melograno nell'estrattore e gustate questo buon concentrato!

Come detto sopra, imparerete a fare dopo pochissimo tempo degli ottimi succhi con l'estrattore e non vi pentirete di averlo acquistato.

Raccomandazioni:

  • Cercate di comprare sempre ingredienti provenienti da coltivazione biologiche o che comunque siano di origine conosciuta per evitare pesticidi e altre sostanze nocive per la salute.

  • Sbucciate la frutta che ha la buccia grossa o non commestibile come il kiwi, l'ananas, i meloni, i mango le banane, la frutta secca, ecc... Ciò che non ha buccia o che ne ha una mangiabile, va lavato.

  • Lavatevi sempre bene le mani prima di toccare gli ingredienti, ma anche i contenitori e ovviamente l'estrattore di succo prima (se non lo usate da un po') e dopo l'uso.

  • Tagliate sempre tutto a piccoli pezzi, questo eviterà gli ingorghi che si potrebbero altrimenti verificare nell'estrattore di succo.

  • Assicuratevi di avere qualcosa da usare per sbloccare un eventuale groviglio dell'estrattore che altrimenti interrompe il suo lavoro (può succedere con le verdure particolarmente filamentose).

Questo è più o meno tutto quello che c'è da sapere sull'estrattore di succo a freddo. Se comunque avete altri dubbi e domande potete scriverci e vi risponderemo il più esaustivamente possibile. Vi aspettiamo e... tanti succhi per tutti!

Click Here to Leave a Comment Below 0 comments

Leave a Reply:

Select Language

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close